Terremoto Aquila Napoli

Due ore e mezzo fa sono stato svegliato da una scossa di Terremoto qui a Napoli, CHE PAURA !!! E’ stata una sensazione terrorizzante, praticamente si è svegliato tutto il vicinato. La prima cosa che ho pensato quando mi sono svegliato mentre la mia camera ballava è stata “speriamo che la porta si apre” e la seconda “speriamo che l’epicentro non sia Ariano”. Ad aggravare la cosa è la consapevolezza che il palazzo in cui abito è antico e non ha ricevuto grossi lavori di solidificazione infatti è pieno di crepe. Sto guardando la tv e vedo che all’epicentro è successa una tragedia con varie vittime.

“E chi dimenticherà la faccia del mio coinquilino quando svegliati nel cuore della notte ci siamo incontrati nel soggiorno”

E’ inevitabile pensare che se un terremoto dovesse colpire direttamente Napoli sarebbe una situazione tragica vista la situazione architettonica della città o meglio del degrado architettonico della città.

19 pensieri su “Terremoto Aquila Napoli”

  1. “vista la situazione architettonica della città o meglio del degrado architettonico della città”.

    Sei poco informato: i palazzi di napoli, soprattutto i più antichi (e Napoli centro ne è gremita), sono molto solidi perchè radicati nel TUFO e non è così facile buttarli giù!!!…edifici che possono sembrare fatiscenti come quello in cui abiti molto probabilmente hanno vissuto il fortissimo terremoto dell 80….e a quanto pare hanno retto!!!…saluti….Tullio

  2. Grande paura anche qui a Foggia, molta gente in strada. Anche qua situazione architettonica precaria, basti ricordare che 10 anni fa 1 palazzo di 6 piani è venuto giu da solo, senza terremoto, ammazzando 76 persone.

  3. Scrivo da Ascoli Piceno….sensazione spaventosa quì da noi….siamo vicini all’Aquila dopo la scossa delle 3:30 ce ne sono state altre 4 di assestamento…è stata davvero forte e lunga!

  4. Che nessuno pianga piu’ i suoi figli.

    Ce lo ripetiamo ogni volta. Ogni volta che succedono disgrazie.

    Dopo 7 anni la paura e l’ansia tornano nelle nostre case.

    L’uomo non puo’ far nulla contro queste tragedie. Ed e’ la cosa che fa piu’ male.

    Ai nostri angeli se ne sono aggiunti altri.

    Ora e’ il momento del dolore, del silenzio.

    Speriamo che nessuno si dimentichera’ di voi e noi.

    Riposate in pace.

    Una ragazza di San Giuliano Di Puglia.

  5. anche qui a pesaro ieri sera alle ore 22,30 la terra ha tremato ,pensavo fosse stanchezza dopo una giornata faticosa.Che tragedia!. Condoglianze a tutte le persone coinvolte .

  6. io sono dell’ abruzzo e di preciso di lanciano pure se stiamo lontani io e l’ aquila è arrivato pure a noi e la paura come ormai possiamo dire non ha limiti !!!!scappati di casa verso le 03:30 c’ era un magone in tutti noi del condominio ; lampadari a penzoloni quadri a terra , librerie ormai rotte e libri sparsi ovunque !

    abbiamo cercato di fare il possibile e a quanto pare ce l’ abbiamo fatta … ma la cosa che mi ha colpito di + e che io non mi sarei mai aspettata è il grande caos del secolo all’ aquila … + di 94 morti come dice la televisione in ogni canale , tanti feriti e molte famiglie spezzate dai loro parenti morti in quella bruttissima domenica cioè ieri 5 aprile 2009 che orami andrà nella storia e non sarà mai scordata da chi ci ha vissuto e da chi ha sofferto molto per i propri famigliari . questo è tutto quello che posso dire su questa brutta faccenda e sono mortificata x chi adesso soffre … by Giulia De Rentiis da lanciano

  7. Prima ancora delle notizie Ansa, primo tra i blog indicati dal Tg1,: grazie Roberto per la puntualità, per la notizia critica.

    Mi stringo alle vittime di questa tragedia della natura, alle famiglie, a chi ora soffre e a chi per quegli itsanti di terrore ha dettato questo tuo articolo …

  8. Ho scritto questo post verso le sei quando le notizie erano vaghe e non capiva l’entità della tragedia. E’ un grande dolore quello che provo adesso per chi è morto in questo modo atroce.

  9. PER TULLIO. E’ vero che i palazzi di Napoli, sopratutto i più antichi spesso reggono di più di quelli nuovi..ma proprio perchè già hanno avuto una prima batosta durante il terremoto dell’80, se non sono stati messi in sicurezza come si deve, non è detto che reggano una seconda batosta. Cmq il problema non è il palazzo nuovo o vecchio, il problema è la manutenzione, soprattutto del centro storico, sia perchè è un patrimonio sia perchè è appunto storico. Complimenti per il rempismo Roby ciao ciao 😛 Gaia

  10. io sn di napoli e alle 3.30 ho sentito il terremoto ma abbiamo dormito

    un ora perke era la festa di mia sorella e siamo venuti alle 2 e mezza gia povere famiglie che stanno senza niente e che vorrei sapere come e sucesso e poi se il vesuvio si sveglia tutta napoli se ne dovra scappare perke puo venire il terremoto dinuovo….

  11. noi vi possiamo dare un’aiuto sostenibile per le persone che vivono nelle tendopoli ma anche fuori ,vi capisco questo non ci voleva per l’aquila e anche per tutte le persone che vivono o che sono andate via per andare in altre città .cri

  12. alle 3:30 io nn ho sentito il terremoto xke io qnd dormo nn sento niente ad un certo punto x andare in bagno la mia stanza tremava da paura. io ho avuto una paura e siamo usciti subito fuori di casa in quella situazione poteva succedere di tt grz a dio nn e successo niente alla mia famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *