Archivi categoria: politica

Veltroni ! Era cosi bella Roma

veltroni partito democraticoVeltroni è un politico che a pelle ho sempre stimato, è un politico per la media biologica italiana giovane ma vecchio per esperienza e carriera. La mia stima parte dal fatto che ha alcune  idee valide e innovative a differenza della maggior parte dei leader di sinistra. Non è impregnato di demagogia e di ideologia, politicamente è un misto tra comunismo democratico e democrazia cristiana. Uno dei grandi meriti di Veltroni è la spinta alla creazione del PD e alla scelta di correre quasi soli alle elezioni costringendo Berlusconi alla stessa mossa, mettendo le basi al bipartitismo quindi alla governabilità irraggiungibile da sempre per la frammentazione dello scenario politico italiano. Ha perso le elezioni ma era inevitabile dopo il governo del carnevale Proidiano. Sapeva che avrebbe perso eppure si è armato ed è partito. Oggi ha D’Alema alle calcagna che aspetta con pazienza che Walter si bruci da solo. Il più grande errore di Veltroni è stato in campagna elettorale, portare il suo programma e i suoi attacchi sul campo di battaglia di Berlusconi è stato un suicidio. Affrontare le tematiche tipicamente di centrodestra e usare il linguaggio e gli slogan della macchina elettorale di Silvio è stato il grande errore. Spero che Veltroni riesca a battere l’uomo d’ombra D’Alema perché si possono condividere o no le sue idee, ma è molto più stimabile di tutti i suoi avversari di partito.

Barack Hussein Obama sarà il presidente degli Usa

Barack Hussein Obama usaBarack Hussein Obama sarà a Gennaio il presidente degli USA. Il fatto che sia di colore è una novità assoluta per il mondo ma io non mi sono mai soffermato sulle origini razziali di Obama bensì sulle origini relativamente umili. Un uomo che è partito dalla classe media per arrivare a raccogliere 600 milioni di dollari per la sua campagna, è la realizzazione del sogno americano. Questo fa onore agli usa che rimangono estremamente contradditori, ma dove la meritocrazia ogni tanto vince sulla lotta tra classi. Non è una novità che i cosiddetti “ascensori sociali” funzionino discretamente nel regno del hot-dog a differenza dell’Italia dove il figlio del dottore fa il dottore. C’è da dire che se questo è possibile è perchè gli usa hanno una cultura molto particolare con dinamiche diverse dal resto dei paesi industrializzati che affondano le loro radici nelle loro antiche storie. Gli usa affondano le loro radici sostanzialmente nella coca-cola e quindi ecco la loro elasticità che in questa occasione è molto positiva. Ora a parte le battute il succo è questo. Sono contento che ha vinto il caro amico di Berlusconi perchè oltre ai motivi elencati riferendomi un pò alla politologia la democrazia funziona bene quando vince una giusta alternanza tra le parti politiche ma parlando degli usa è meglio dire anche delle lobby. ASPETTATIVE su Obama ci sono troppe aspettative, sicuramente la sua politica avrà dei cambiamenti rispetto ai repubblicani ma rimane il presidente degli stati uniti e se qualcuno all’estero vede l’elezione di Obama come un cambiamento radicale della politica estera penso che rimarrà deluso
obama.

PROSTITUZIONE SI PROSTITUZIONE NO

prostitute

"ROMA – Sì del consiglio dei Ministri al disegno di legge su "misure contro la prostituzione" messo a punto dal ministro Mara Carfagna. L’esecutivo ha dato il via libera nella riunione di questa mattina a palazzo Chigi. Per il ministro la prostituzione è "un fenomeno vergognoso che spesso è connesso alla riduzione in schiavitù, all’uso e all’abuso dei minori, che a volte sfocia anche in fenomeni di violenza come lo stupro, tutti fenomeni che sono strettamente collegati alla prostituzione in strada". Carfagna ha definito il disegno di legge "uno schiaffo durissimo per togliere linfa al mercato della prostituzione". dalla REPUBLICA.IT

La mia sensazione appena sentito del disegno di legge sulla prostituzione fatto da un ministro Mara Carfagna che sull’argomento è molto preparato, è quella di delusione. Il sogno degli Italiani è quello che il nostro stato si ammoderni e invece non solo è tristemente  stazionario ma ha anche dei punti di arretramento. In questo disegno di legge del ministro espertissima di prostituzione e di usare il proprio corpo per raggiungere obbiettivi, è contenuto un autotreno di ipocrisia, praticamente le prostitute continueranno ad esistere ma nell’illegalità e fuori da ogni controllo ma semplicemente più appartate. Lo stato cosi si lava le mani del problema e si pone come obbiettivo solo nasconderlo, invece lo stato deve risolverlo legalizzando la prostituzione con l’istituzione di apposite zone periferiche dedite alle operazioni di penetramento, In questo modo il fenomeno sarebbe sotto controllo anche medico-igienico e sarebbe molto più facile combattere sfruttamento e prostituzione minorile. Ovviamente questa strada risolverebbe anche il problemino delle prostitute a vista anche di tutti e delle zone che di notte vengono trasformate in bordelli.

QUINDI MORALE DELLA FAVOLA: VIA ALLE PUTTANE IN STRADA, SI ALLE PUTTANE NEL GOVERNO 

vignetta_vauro-carfagna

ESERCITO IN STRADA

ESERCITO IN STRADAE di questi tempi la notizia dell’impiego dell’esercito nelle attività ordinarie di pattugliamento. L’iniziativa parte dal ministro La Russa che ha trovato terreno fertile nel consiglio dei ministri, riporto un passaggio del ministro dal corriere della sera: "Ho insistito molto sulle pattuglie a piedi. Così c’è maggiore visibilità". Per il ministro il punto di forza è mettere alla vista dei cittadini uomini in mimetica da guerra, questo dovrebbe creare un clima di sicurezza dei cittadini. Il problema è che si fanno prendere decisioni a persone che non hanno la sensibilità per prenderle perché questa operazione può dare sicurezza a una parte minima dei cittadini cioè quelli che si sentono in guerra ma nella maggior parte dei cittadini creerà paura, cioè l’effetto contrario desiderato. Un qualsiasi individuo che ha minima capacità di immaginazione delle dinamiche sociali arriverebbe alla conclusione che una soluzione smisurata crea una reazione altrettanto smisurata. ….Mi ricollego a un vecchio discorso che facevo sui politici e sull’assenza fra di loro di tutti i campi di conoscenza umana tranne che della giurisprudenza……. La vista di uomini solitamente impiegati in attività bellicose darà la percezione di una situazione cosi grave da rendere necessario l’impiego di mezzi estremi. Io sono favorevole all’utilizzo dell’esercito in situazioni estreme cioè di guerra come contro le criminalità organizzata. Mi sembra più che ovvio che se c’è un esigenza di uomini nelle forze dell’ordine e c’è un esubero nelle esercito si fa uno spostamento fra queste due realtà temporaneo o permanete a seconda dell’esigenze, però dando l’addestramento e la divisa delle forze di polizia. Per non creare un clima ancora più grave di quello che c’è. Dico di più la situazione di "emergenza sicurezza" è un po’ una caricatura della situazione reale fatta dai mass-media e dalla politica. Sappiamo bene che in situazioni di emergenza le mani di chi governa sono più libere in nome della stessa emergenza.(i rifiuti della Campania sono il caso tipo)

Bossi sparla come ogni buon grappomane

Provo rabbia quando ascolto che Bossi e company offendono l’orgoglio nazionale senza motivo senza scopi significativi senza intelligenza. Finche lo fa un semplice leghista ci può stare siamo in democrazia ma quando lo fa un ministro allora no. lega nord bossiPerchè ha un significato diverso tutti sappiamo che l’italia è uno stato unitario e cosi rimarrà anzi si avvia verso la confederazione europea che è già a buon punto. Se un esaltato che non capisce un cazzo urla contro l’inno nazionale o urla duce o urla Stalin e uno che vive in un mondo suo estraniato dalla realtà sociale in cui vive, ma alla fine è libero di farlo ma un ministro della repubblica è un rappresentante dello stato e non può fare il ragazzaccio perchè può oggettivamente creare sentimenti di odio nei suoi seguaci verso chi non è come loro cioè il resto degli italiani. Per me sia capo dello stato che del governo dovevano rimuoverlo dall’incarico perchè il suo gesto simbolico è troppo forte mina seriamente agli equilibri della convivenza civile tra 60 milioni di persone che appartengono a diverse culture tra loro e che quindi sostanzialmente si sopportano

LA SQUADRA DI GOVERNO

La nuova squadra di governo è un pò sorprendente, pensavo a una riconferma per molti ministri che hanno lavorato bene nel precedente governo Berlusconi. Forse era anche l’intenzione di Berluscono ma i giochi di palazzo hanno creato una squadra in parte conosciuta ma sostanzialmente nuova. Procedo con l’elenco dei ministri e la mia opinione:
  • FRANCO FRATTINI è fra i migliori ministri di questa squadra perfetto nel ruolo di rappresentanza di mediazione che spetta al ministro degli esteri, inoltre proviene da un incarico europeo come vicepresidente della commissione UE. In cuor mio avrei preferito uno scambio di carica tra Fini e Frattini (POSITIVISSIMO)
  • ROBERTO MARONI uno dei ministri intellettualmente più sbagliati, la Lega Nord è un partito territoriale anche a detta di Berlusconi e nasce da una frattura sociale, un partito che batte su estremismi. Tutto il rispetto per l’uomo Maroni, il migliore politico della lega, ma non può andare a un rappresentante di questo genere di partito il ministero degli interni cioè il ministero che fra i suoi poteri a quello della pubblica sicurezza a la lotta ai movimenti sovversivi.(NEGATIVO)
  • ANGELINO ALFANO una matricola di incarichi di governo, è un giovane (giovane per la politica italiana) da scoprire per l’Italia. Ho avuto modo di sentirlo dal vivo e sembra un uomo deciso e in gamba, è un avvocato quindi un uomo di legge adatto al ministero della giustizia. (POSITIVO)
  • IGNAZIO LA RUSSA  forse discutibile per altri incarichi ma perfetto per il ministero della difesa, per la sua formazione sempre vicino alle forze armate che apprezzano la vicinanza della politica al loro lavoro, ricordo che stiamo parlando di ambienti militari e paramilitari dove certe parole di patriottismo e di lode fanno molto piacere. (POSITIVO)
  • GIULIOANO TREMONTI un ministro di quelli che scarseggiano sempre,  Tremonti può anche sbagliare un iniziativa economica ma è un economista vero, un economista che attua politiche economiche con dei progetti precisi. Non agisce in modo reattivo come fa la politica in Italia, ma in modo creativo cercando di evitare di correre ai ripari. Un vero esperto del ministero dell’economia (POSITIVISSIMO)
  • CLAUDIO SCAJOLA un uomo politica completo, uno di quei politici che può ricoprire molte cariche. Il ministero dello sviluppo economico non sembra essere appropriato per un uomo di legge, un uomo della dc, un uomo di una certa età, qui servirebbe un economista o un manager un uomo con poca politica partitica nel sangue e un giovane con molta energia. (NEGATIVINO)
  • LUCA ZAIA un uomo nuovo per la politica nazionale, assolutamente competente per il ministero dell’agricoltura, le carte sembrano tutte in regola ( POSITIVO)
  • STEFANIA PRESTIGIACOMO non voglio essere cattivo ma questo ministro è il classico inserito per la preoccupazione di avere poche donne nel governo, il ministero è importante, quello dell’ambiente,  ma è inutile il ministro (INEGATIVO)
  • ALTERO MATTEOLI è stato un ottimo ministro dell’ambiente avendo accumulato anche molta esperienza, questo spostamento è un pò disarmante. Sinceramente non riesco a immaginarlo al ministero cosi diverso come quello delle infrastrutture. (POSITIVINO)
  • MAURIZIO SACCONI un uomo competente nel ministero del lavoro ed esperto avendo già fatto il sottosegretario, le premesse ci sono (POSITIVO)
  • SANDRO BONDI sinceramente non è chiara questa nomina, anche se l’uomo politico moderato e tranquillo c’è come spetta al ministero della cultura. (POSITIVINO)
  • MARIASTELLA GELMINI una donna nuova alla scena governativa, esperienza e preparazione ci sono. Sembra una donna decisa e ferma come serve oggi al ministero dell’istruzione. (POSITIVO)
  • UMBERTO BOSSI  l’ideatore della Lega Nord, capace di inventarsi riti e avvenimenti per creare un regionalismo politico che in quel momento non esisteva, non è un uomo politico adatto alla serietà di un ministro delle riforme bensì è adatto alla piazza (NEGATIVINO)
  • ANDREA RONCHI  ministro delle politiche comunitarie è un ottima idea, laureato in scienze politiche e ideatore di AN è una persona capace e preparata per rapportare l’Itali in UE (POSITIVO)
  • ELIO VITO alla prima esperienza ministro dei rapporti con il parlamento è una buona nomina. Mi fa sperare bene visto che è un sociologo laureto a Napoli (POSITIVO)
  • RENATO BRUNETTA assegnato alla funzione pubblica e innovazione, mi sembra fuori posto visto che è un ottimo economista, sicuramente sarà all’altezza del ruolo ma forse sarà sprecato. (POSITIVO)
  • ROBERTO CALDEROLI ministro per la semplificazione, perfetto un ministero inesistente per un uomo che non è umano. Un personaggio da risse nel bar sport con quello squardo psicopatico che fa piangere i bambini. Un altro ministero sarei stato scontento ma hanno creato un ministero dove non può fare danni. (POSITIVINO)
  • RAFFAELE VITO è ministro agli affari regionali, è stato presidente di una regione importante come la Puglia quindi sembra con le carte in regola. (POSITIVO)
  • GIORGIA MELONI una giovane donna, sperò che sia una donna non inserita per motivi simili a quelli per la Prestigiacomo, ma non trovo su internet un suo pensiero oltre alla sua carriera politica . (POSITIVINO)
  • MARA CARFAGNA ministro delle pari opportunità, intellettualmente più vergognoso di Calderoli che comunque anche se cose sbagliate ma riesce a pensare. (NEGATIVISSIMO)
  • GIANFRANCO ROTONDI ministro degli affari sociali, un altro uomo di legge messo come il prezzemolo da per tutto per esigenze di poltrone, scusate lo sfogo ma un uomo pieno dei dogmi di legge cosa può capire delle dinamiche sociali di una società complessa come quella  italiana. (NEGATIVINO)

berlusconi squadra di governo

 

Bipartitismo-De Mita

OGGI SONO FIERO DI ESSERE CAMPANO :

DE MITA A CASA

Ciao De Mita, ciao !!!!

L’onorevole Ciriaco De Mita ha dichiarato che deve riflettere sul futuro, dico io "ANCORA" !

————

Al di fuori degli esclusi eccellenti il dato importante è che gli "Italiani hanno deciso per il BIPARTITISMO"

si è aperta un processo di evoluzione della politica che speriamo si completerà. Qualcuno si chiede se il nuovo parlamento  sarà rappresentativo del paese, rispondo assolutamente si, capisco che essere eliminati anche se è per il bene del paese fa molto male, mi dispiace ma dobbiamo andare avanti.

Inni della Campagna elettorale

Questa campagna elettorale è stata………..non so nemmeno come definirla e gli inni hanno rispecchiato in pieno la comicità della situazione.

Ho avuto la possibilità di ascoltare sia il PDL che il PD, gli altri non li ho ascoltati perchè non fanno testo, sono dei semplici pesciolini rossi che cercano di sopravvivere fuori dell’acqua. Da questo punto di vista è un processo di innovazione che serviva al nostro paese. Oltre alle varie frasi di campagna elettorale il PDL ha fatto una campagna più concreta dando qualche soluzione, il Pd si è mantenuto sul cielo , la terra è "mi fido di te ".

Provo a racchiudere la simpatia angosciante di questa campagna elettorale selezionando dei video caratterizzanti.

 

 + l’inno del Pd è stato oggetto di una denuncia da parte dei village people per i diritti d’autore

 

Che campagna Elettorale !!!!!

E’ una campagna elettorale all’insegna della stranezza e dell’incoerenza. Tutti dicono tutto per tentare il tutto per tutto. Il Pd sembra un partito creato da Zeus, candido nuovo e splendido…ma andate a fare la “pupu”. Il Pdl promette la defiscalizzazione della tredicesima, in effetti il pil dovrebbe aumentare del 2% con questa mossa. L’unica sostanziale differenza tra Pd e Pdl è nell’ambito economico e di sviluppo, fa delle politiche più efficaci per contrastare la stasi e le idee sono più chiare e precise in generale comunque è vitale il cambio di classe politica perché questa classe non è capace di dare nulla a questa paese !!!!!!!!!!!!!
L’udc è per me il partito più sfizioso e divertente perché si basa su tutto quello che deve essere eliminato dalla politica con l’attuazione di un vero stato laico. Per acchiappare qualche voto di chi ancora non distingue il voto dalla religione parlano ancora di centro nel 2008 nell’epoca della globalità…..è proprio il caso di dire
O MIO DIO !!!!!!

Casini udc divertenteCasini udc divertenteCasini udc divertente

LISTE E PARTITI ELEZIONI GOVERNATIVE 2008

io non voto

IO NON VOTO" Lista civica nazionale 

Leader:CARLO GUSTAVO GIULIANA

Nucleo Tremmista Nazionale

Nucleo Tremmista Nazionale 

Leader: BATTISTA MAZZETTA

PANE PACE LAVORO

PANE PACE LAVORO

Leader:MARZIA FRANCESCHINI

INIZIATIVA COMUNISTA

INIZIATIVA COMUNISTA 

Leader:NORBERTO NATALI

Movimento Giovani Poeti D

Movimento Giovani Poeti D’Azione

Leader:ALESSANDRO D”AGOSTINI

 Partito Impotenti Esistenziali Dr. Cirillo

Partito Impotenti Esistenziali Dr. Cirillo

Leader:GIUSEPPE CIRILLO

PARTITO INTERNETTIANO

PARTITO INTERNETTIANO

Leader:FRANCESCO MIGLINO

MOVIMENTO NAZIONALE DELFINO

MOVIMENTO NAZIONALE DELFINO

Leader:DAVIDE GRAMICCIOLI

 

PARTITO 100%; Leader: GUSTAVO OGLIARI

PARTITO Sacro Romano Impero Liberale Cattolico – Giuristi del Sacro Romano Impero Cattolico – Movimento Europeo Liberal Cristiano Giustizia e Libertà; Leader:MIRELLA CECE http://www.sacroromanoimperolc.org/

LA LISTA DI TUTTI I CONTRASSEGNI AMMESSI DA MINISTERO : http://www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/wp-content/uploads/15/0827_Contrassegni_Ammessi_web.pdf

 

Il problema è che a far ridere non ci sono solo questi contrassegni ammessi dal ministero degli interni alle prossime elezioni governative, ma purtroppoci sono le liste dei partiti potenziali vincitori. Le liste di Pd e Pdl cioè le liste composte dai futuri parlamentari sono vergognose, create con criteri sconosciuti alla logica sana della politica.