Archivi categoria: Attualità

Napoli in serie A

ECCO A VOI GLI SPLENDIDI FESSTEGGIAMENTI PER IL NAPOLI IN SERIE A , E’ VERAMENTE BELLO VEDERE QUESTA CITTA’ ABITUATA A PIANGERE GIOIRE ED ESSERE ORGOGLIOSA

le reazioni di questo articolo di foto sul sito citta di ariano E VI INVITO A NOTARE LA DIFFERENZA FRA I COMMENTI SUL MIO BLOG E QUELLI SU CITTA DI ARIANO ALLO STESSE FOTO :  http://www.cittadiariano.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1265&Itemid=94

 

Foto(850)Foto(847)napoli AFoto(884)Foto(874)Foto(872)Foto(866)Foto(865)Foto(861)Foto(858)Foto(855)Foto(854)Foto(853)Foto(852)Foto(849)Foto(847)Foto(846)napoli Anapoli Anapoli Anapoli Anapoli Anapoli a

IL LEONE DEL DESERTO film

il leone del desertoIL FILM : opera del regista arabo Moustapha Akkad è un importante kolossal di tre ore e mezzo circa. Pensate che furono spesi ben 30 milioni di dollari nel 1979 per finanziarne la produzione. Dotato di un cast di eccezione che annovera anche attori italiani di fama, il film fu girato in parte a Roma; eppure se non lo avete mai visto o addirittura non ne avete neanche sentito parlare è del tutto normale, dal momento che in Italia non è mai stato distribuito. Il punto è che il lavoro di Akkad, finanziato da Muammar Gheddafi, narra i crimini e le violenze perpetrate dagli Italiani in Libia, negli anni tra il 1929 ed il 1931, nel corso delle scellerate manovre volte a reprimere la resistenza di un popolo che cercava disperatamente di liberarsi dall’occupazione straniera (la nostra) che durava ormai da venti anni (dal 1911).

IL FATTO : Oggi mentre studiavo nella mia facoltà ( sociologia-Napoli ) mi è stato dato un volantino in cui veniva pubblicizzata la proiezione di questo film. Il fatto che sia un film censurato mi ha colpito e sdegnato perchè chi censura ha paura !!!   Ed è una forma coercitiva contro la democrazia , ovviamente ci sono delle eccezioni ma questa non lo è , perchè la motivazione della censura è "l’onorabilità delle forze armate" ma non è un film di fantasia ma racconta  la storia vera dell’Italia in Libia  . A questo punto tutti possono avere un opinione sulla storia ma le cose che mi hanno fatto impazzire sono state  due : una- è il collegamento che veniva fatto sul volantino tra queste operazioni coloniali e le odierne operazioni di pace. Due- la ragazza che ha fatto una breve presentazione prima della proiezione ha salutato il pubblico con l’esclamazione " ciao compagni " . Con questo vi voglio far capire la strumentalizzazione intorno a questa ingiusta censura.

CMQ UN FILM BELLISSIMO , LO CONSIGLIO VIVAMENTE

CARI LADRI

LADRI

Nei  pressi di piazza del Gesù a Napoli mi è capitato di leggere uno strano manifesto. Il titolo ha attirato subito la mia attenzione " cari ladri ". Una scuola e i bimbi hanno scritto un manifesto commovente indirizzato ai ladri che hanno rubato i computer. E' una vera  e propria "cazziata" a questi signori , fatta dai figli della loro città . Un tempo  i malviventi a Napoli rispettavano dei codici come quello di non toccare bambini o di lasciare in pace gli studenti che sono fonte di ricchezza , oggi tutto questo sembra scomparso , è uno stato di guerra sociale.

su città di ariano qualcuno ha insinuato che io sia un copione : http://www.cittadiariano.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1221&Itemid=94

POKER : SCOPPIA LA MANIA

poker

Il poker è un gioco basato sulla probabilità ( il calcolo della probabilità sono formule matematiche complesse fatevelo dire visto che sto preparando l'esame di statistica ) e sulla psicologia. La fortuna è una componente che può risultare determinante nello sviluppo di una mano o una sessione di gioco, ma non è l'unica né la più rilevante: per vincere regolarmente il giocatore dovrà essere in grado di ridurre al minimo i rischi e ottimizzare le vincite, dissimulando con abilità il proprio gioco e intuendo quello dei propri avversari. Si tratta dunque di un gioco nel quale la capacità del giocatore, a lungo termine, risulta più rilevante dell'elemento aleatorio. Da alcuni anni sta dilagando il poker su internet , ogni giorno più di 100.000 persone in tutto il mondo giocano al poker on line  con vero denaro. Il luogo in cui giocano è virtuale, ma giocano contro veri giocatori. Insomma dilaga la "poker mania " in Italia anche grazie ai programmi televisivi. Vi voglio mostrare praticamente questo fenomeno con degli amici che in un lampo hanno creato un poker club nel loro paese S. Agata dei Goti (BN).

 

VI DO IL LINK DI QUESTI ACCANITI GIOCATORI :

http://www.blogitalia.it/leggi_blog.asp?id=23647

Regolamento feste universitarie napoletane

REGOLAMENTO

SPRING PARTY

speram ca nu chiov!!

 

Consigli Utili per un Corretto Svolgimento del Party

Premessa

Il Party è stato organizzato secondo le Direttive Europee in materia, aggiornate al 21 marzo 2007.

La Classe di appartenenza è la D.05/4.69

trattasi di Evento ispirato ai principi della “Comune” , alla pratica del “Vieni già Mangiato” e alla regola delle “Giuste Proporzioni”

Consigli

1.     Il Party è visto come Momento Sociale di Integrazione, quindi per ogni Incomprensione o Problema risolvere

la Questione Civilmente; non fate i Tarzanielli!

2.     Il Cibo presente in Sala è solo di Accompagnamento al BERE; non fate i Porci!

3.     Per quelle Persone che non Percepiscono il Proprio L.B. (Limite Bevitorio) servirsi degli appositi Bagni (ne sono presenti due) per l’Evacuazione dei liquidi ingeriti accompagnati ai succhi gastrici;

non fate un Palombaio!

4.     Per le Donne vale la Regola della Cessione/Rispetto: Concedete la Vostra Femminilità, nel modo che ritenete più opportuno, alla Ciurma; Non Ve La Tirate!

5.     Per coloro che ritengono Ingiuste, e quindi Intendono Trasgredire le Leggi dello Stato Italiano in Materia di Stupefacenti non siate Asociali; Mettete a Giro! 

6.     In linea con le iniziative mondiali nel campo del razionamento della risorsa idrica mondiale, in favore di quelle popolazioni non raggiunte dall’acqua, sono presenti nella festa n.3 (tre) bottiglie di acqua da usare solo in caso di grave emergenza. Chi abuserà di detto bene sarà punito in modo esemplare dalla Direzione.   

Scopo della Serata è il Divertimento, quindi

 

…………PARIATE!!…………..

P.S.: il Presente Specchio è per coloro che sono interessati ad osservare i mutamenti della propria mimica dovuti all’assunzione di sensibili quantità di alcool.

ICARI DEL 2000

icaro sport estremo

Yves Rossy con le sue ali a corpo unico è riuscito a volare con la complicità di un motore jet , è sicuramente il parà che si avvicinato di più al sogno di milioni di uomini.

Il successo di questo pilota e inventore svizzero di 48 anni mi ha riportato indietro di qualche anno a un altro Icaro dei nostri tempi che aveva perseguito il sogno di volare. Sto parlando naturalmente di Patrick de Gayardon morto il 13 aprile 1998 alle isole Hawaii durante un lancio di allenamento con le sue ali arancioni. De Gayardon è detentore del record mondiale di lancio in caduta libera senza respiratore ad ossigeno, il  14 nov 1995 nei cieli di Mosca si lancio da 12.700. Grande stima e rispetto provo per questi pazzi che non temono la morte ma la accarezzano come fosse una splendida rosa , ma si sa la morte e quindi la natura può darci tutto come può toglierci tutto in un secondo.

ICARO Patrick De Gayardon sport estremo

Incidenti Stradali

INCIDENTE stradale morte

 

Incidenti stradali, morti e feriti Anni 1991-2005 (valori assoluti)

 

ANNI               Incidenti                       Morti                          Feriti               Indice di mortalità (a)   

 

 

1991              170.702                         7.498                       240.688                         4,4                                 

1995               182.761                         6.512                       259.571                        3,6                                 

2000              229.034                         6.649                       321.796                          2,9                                 

2005              225.078                         5.426                       313.727                          2,4

 

Spesso quando si parla delle statistiche degli incidenti stradali sento la frase “sono numeri da guerra civile” ed è proprio cosi, anzi volendo fare un paragone assurdo con i caduti americani in questi anni di conflitto in Iraq vediamo che sono 3100 circa . E’ assurda questa situazione per 2 motivi : il primo è che siamo il paese europeo con più morti sulle strade , il secondo è che la maggior parte dei morti sono giovani. La questione del numero degli incidenti in Italia è facilmente riconducibile alla nostra educazione stradale e alle leggi dello stato, ma attenzione non perché in Italia manchino leggi opportune ma perché non si rispettano come accade per tante altre cose. Questo lo possiamo accertare nel momento in cui entro in vigore la patente a punti , ci fu un attenzione ai controlli e una responsabilizzazione dei cittadini , gli incidenti calarono ma l’effetto con alcuni anni è andato svanendo. Il fatto che tanti incidenti avvengano il sabato sera con il coinvolgimento di quasi soli giovani si collega ai problemi della guida in stato di ebbrezza , di effetti stupefacenti e di colpi sonno derivanti dal mettersi alla guida dopo una notte insonne.

 

 

Il mio pensiero è si a repressione , ma repressione mirata magari con regolamentazioni speciali per i giorni di picco, perché si rischia di penalizzare chi la strada comunque la usa con buon senso. La prevenzione su cui molti puntano è un po’ utopistica perché esperienze di altri paesi ci dimostrano che l’educazione stradale viene da se con forti deterrenti psicologici, e poi le abitudini di un popoli non si cambiano dall’oggi al domani. La prevenzione tramite campagne di sensibilizzazione sono progetti a lungo termine e difficilmente

colpiscono il giovane nel pieno della sua incoscienza.

                                                                          

MORTO