Archivi categoria: Attualità

Criminalità organizzata

camorra mafia criminalitàMi sono imbattuto in questo passaggio è mi hanno colpito i riti di questa cerimonia di iniziazione mafiosa pieni di significato, che ci ricordano la ferocia di Cosa Nostra contro i pentiti o meglio contro le famiglie dei pentiti. Se non ricordo male la legge mafiosa prevede che le uccisioni nella famiglia del pentito arrivano fino alla settimo grado di parentela( vedi il caso Buscetta). Quando si parla della criminalità organizzata si dimentica che queste organizzazioni sociali (il caso italiano) non sono semplicemente uomini che delinquono insieme, ma sono delle culture (subculture) assestanti con una lunga tradizione. Spesso ci vogliono far credere che l’arresto di un boss possa estirpare la Mafia o la Camorra, ma non è cosi le criminalità che operano in Italia sono delle piccole società con leggi proprie e dinamiche sociali proprie che vivono interagendo con la cultura circostante cioè quello che fa capo allo stato italiano. Quindi la "caccia agli uomini" è solo una forma di contrasto perché le "mafie" sono in grado di riorganizzarsi tramite le loro leggi. Non dobbiamo dimenticare poi che sono talmente infiltrate nella vita sociale, politica ed economica che è difficile tracciarne persino i confini, sono noti i rapporti fra stato e criminalità organizzata come nel clamoroso esempio della seconda guerra mondiale fra Usa e Cosa Nostra. Come eliminare questi gruppi ? Sicuramente bloccando tutti i portatori di questa cultura ma soprattutto dando un alternativa di vita a chi tendenzialmente si avvicina a questa. E’ necessario affermare la sovranità assoluta dello stato (controllo del territorio) ma entrare nelle menti degli uomini scrivendo in maniera indelebile che oltre allo stato non c’è niente. Dal quadro attuale della vita italiana direi "missione impossibile" visto che non siamo in grado di risolvere problemi come le violenze negli stadi, si continuerà con gli arresti clamorosi di settantenni che arrivati in carcere chiedono ai secondini dei pannoloni e che hanno fatto la loro decennale latitanza nel comune di residenza ( Provenzano)

"La cerimonia del giuramento consiste nel chiedere, anzitutto, al singolo con quale mano spara e, quindi, nel pungere il dito indice della mano in questione in modo da farne sgorgare un po’ di sangue con cui viene imbrattata un immagine sacra (generalmente si tratta dell’immagine sacra dell’Annunziata, che viene indicata come la patrona di Cosa Nostra e la cui ricorrenza cade il 25 marzo). Quindi, si dà fuoco all’immagine e l’iniziato, evitando di far spegnere la stessa si spenga, giura solennemente di non tradire i comandamenti di Cosa Nostra perché altrimenti brucerebbe come quella Santina ‹…› Quando viene punto l’indice della mano del soggetto, il rappresentante lo avverte solennemente di stare attento a non tradire perché in Cosa Nostra si entra col sangue e si esce col sangue" [dalle dichiarazioni del pentito Antonio Calderone (dal libro corso di sociologia di Bagnasco, Barbagli e Cavalli]

Elio vito sociologo della Federico II

elio vito sociologo università napoli
Elio Vito neo ministro dei rapporti con il parlamento è laureato in sociologia a Napoli, la facoltà che frequento anch’io. Mi riempie un po’ di gioia questa notizia per due motivi, uno è un po’ di orgoglio per la facoltà, l’altro è finalmente qualche addetto alle scienza sociali approda al governo. Siamo stati governati sempre quasi da soli uomini di legge che hanno indubbiamente il dogma della legge, che sovrasta persino l’uomo stesso, come se la legge avesse inventato l’uomo. La formazione di un uomo di legge lo porta inevitabilmente ad accettare dei dogmi, lo schematizza. Non hanno per cultura universitaria conoscenza delle scienze sociali fra cui l’economia, ovviamente parlo di formazione esclusivamente universitaria, ma è presumibile che la formazione di un uomo ha le sue basi negli studi che ha affrontato. Io penso che un politico debba essere una persona dinamica senza dogmi religiosi o di formazione ma debba essere veloce e preparato un po’ su tutto perchè è chiamato a giudicare su tutto e deve avere un quadro completo. Un uomo di legge non ha una cognizione sufficiente nel mondo delle dinamiche sociali. Gli amici avvocati non me ne vogliano capisco che la laurea in legge è considerata sicuramente la laurea più importante per i ruoli di amministrazione però sappiamo bene  che il politico non è un amministratore cioè non deve reagire ma deve creare. Permettetemi una battuta "ci hanno governato sempre gli avvocati, e si vede la situazione sociale in Italia qual’è". Certo il caso di Elio Vito è un altro perchè oltre al piacere che sia un sociologo non penso sia un ottimo politico. Mi sembra ovvio ma lo ribadisco che il mio è un ragionamento generale che non si addentra nello specifico, diciamo che ho costruito un “ideal tipo” alla Weber.
Ho creato una discussione anche sul sito della Facoltà, ecco che è successo : http://forum.solunina.it/index.php?showtopic=5908

Rifiuti Campania

rifiuti campania

La nostra situazione è veramente critica, la discarica è ormai  una certezza, l’ambiente si è surriscaldato e la politica nazionale non è con noi. Qualcuno può sperare nel nuovo governo ma con le elezioni regionali relativamente vicine la priorità per il nuovo governo sarà risolvere il problema nel minor tempo possibile e quindi con una discarica già pronta e una popolazione pacifica coma la nostra la scelta è facile. La speranza è l’ultima a morire ma dobbiamo essere realisti e non fomentare inutili aggressioni alle forze dell’ordine che costrerebbero la tranquilità a qualche nostro concittadino.

SOLUNINA- UNIVERSITA' FEDERICO II NAPOLI SOCIOLOGIA

 solunina
Voglio parlare di una delle tante ingiustizie italiane causate da un mal funzionamento della macchina pubblica che si muove secondo i poteri e non secondo la giustizia sociale. Da quando frequento la Facoltà di sociologia ho incontrato poche cose efficienti come mi già mi aspettavo. Un giorno ho scoperto solunina un sito fatto da studenti, in cui ci si passa informazioni e ci si unisce sotto la bandiera dell’appartenenza alla facoltà. Ho conosciuto tanti colleghi grazie a questo sito fatto da noi. Ovviamente ci sono i finanziamenti a progetti e si decide di finanziare tutte le cazzate possibili e inimmaginabili tranne solunina la cosa più utile per i ragazzi-…..poveri noi

Beppe Grillo parla della situazione di Ariano Irpino. Emergenza rifiuti Campania

Un risultato lo abbiamo ottenuto, Grillo parla nel suo blog della situazione arianese e degli scontri. Come sapete la mia iniziativa è stata di inviare migliaia di mail ( qualche post più sotto) in modo da informare sulla nostra situazione e sui motivi della protesta. Ho inviato la mail anche agli organi di informazione come : Striscia la notizia , Beppe Grillo , Le Iene , cittadiariano, irpinianews, radiocanale 4. Come me tanti arianesi hanno fatto lo stesso, come Marco Scarpellino autore della mail pubblicata da Grillo sotto il video degli scontri.
DOBBIAMO CONTINUARE COSI COMPATTI NEL FAR SAPERE CHE ACCADE AD ARIANO E SAVIGNANO
Il testo integrale inviato da Marco Scarpellino a Grillo è sul suo blog : http://marcoscarpellino.splinder.com/post/16060063#comment
beppe grillo

 

Poliziotti prendono a cazzotti la gente pacifica

Che schifoo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Guardate come dei poliziotti dello stato italiano si improvvisano RISSAIOLI…..
Ma questi sono pubblici ufficiali ….. o mio dio
Ma la mia sicurezza me la garantiscono loro…..o mio dio  
Ma che fanno invece di controllare la situazione prendono a cazzotti la gente….o mio dio

QUALCOSA NON TORNA ! ! ! !

In questo periodo di emergenza rifiuti c’è qualcosa che non mi torna più della stessa esercito mezzo napolistoria dell’eterna “emergenza rifiuti in Campania”. Non mi torna come mai nonostante l’intervento dell’esercito per la raccolta dei rifiuti e la soluzione di esportare il nostro “prodotto tipico” nelle altre regioni, l’emergenza sembra essere stagnante. Sembra che l’intervento dell’esercito abbia escluso l’intervento degli addetti ordinari alla raccolta, infatti non mi era mai capitato di vedere l’immondizia sotto il domicilio della Jervolino(foto 3), a corso Umberto I e le zone dei domicili dei Mazzarella liberi dai rifiuti. Boh !!!!

 Ancora una volta è chiaro come funziona la giostra a Napoli.

immondizia napoli emergenza monezzaimmondizia napoli emergenza monezza

www.ahmadinejad. ir

Navigando sul sito del corriere della sera ho scoperto una cosa ahmadinejadmolto interessante. Il contestassimo presidente iraniano Ahmadinejad ha un blog di cui sembra si occupi personalmente. La cosa sorprendente è che un presidente di un paese povero e arretrato sia cosi vicino alla comunicazione globale molto futuristica e giovanile. Mi fa pensare che anche i politici del nostro paese potrebbero confrontarsi ahmadinejaddirettamente con i cittadini attraverso uno strumento come un blog. Questo blog risulta molto moderato e rispettoso dell’occidente, forse solo propaganda ma addirittura fa gli auguri per la nascita del nostro Gesù.      www.ahmadinejad.ir
 
 

 

 

Bertolaso….danni!!!!!!!

Ricordate quando giustamente noi arianesi abbiamo

cacciato l’ex Bertolaso, adesso la questura chiede Bertolaso Ariano Irpino

2000€ di danni per la carozzeria della 166 del

ministero. Penso sia più giusto che i danni vengano

chiesti alla stessa polizia e carabinieri che nonstante

 la situazione accesa ma pacifica, non sono stati in

grado di controllare la situazione.

 

IL MARESCIALLO MARCO DIANA ESERCITO ITALIANO URANIO IMPOVERITO

MARCO DIANA MARESCIALLO

Il Maresciallo Marco Diana è un militare italiano di 35 anni ammalato di cancro è prossimo a morte certa, anzi per i medici è già un miracolo che sia ancora vivo. Per lo Stato è morto qualche anno fa quando nel dossier dei deceduti che la Direzione generale della sanità militare ha prodotto per la commissione d’inchiesta sull’uranio impoverito c’era il suo nome. Oggi il maresciallo dei Granatieri di Sardegna riceve la pensione minima nonostante che diverse commissioni mediche gli hanno riconosciuto la causa di servizio. Diana è stato in tutte le missioni italiane prima del 1998 quindi si presuppone che lì sia entrato in contatto con l’uranio impoverito. La commissione parlamentare indaga lentamente ma lo stato non può non assumersi le proprie responsabilità. E’ stata distrutta la vita di un uomo che ha per fino dovuto lasciare la fidanzata per non farla soffrire con lui. Qualche giorno fa ho visto il maresciallo con la sua famiglia, era brutto vedere un uomo con la morte negli occhi ed era bruttissimo vedere la mamma che parlava al passato del figlio come fosse già morto.

MARCO OGGI CHIEDE LA MEDAGLIA AL VALOR MILITARE PER AVER DATO LA VITA PER IL SUO PAESE, PENSO SIA DOVUTO DA PARTE DELLO STATO QUESTO RICONOSCIMENTO A UN CADUTO SOTTO LA BANDIERA TRICOLORE E UN DOVEROSO RIMBORSO A LUI E ALLA FAMIGLIA CHE HANNO SPESO TUTTE LE LORO RISORSE PER LE SPESE MEDICHE

MARCO DIANA TI CHIEDO SCUSA DA ITALIANO

PER L’INDIFFERENZA DELLO STATO E TI

RINGRAZIO PER IL TUO LAVORO