Archivi categoria: Attualità

Terremoto Aquila Napoli

Due ore e mezzo fa sono stato svegliato da una scossa di Terremoto qui a Napoli, CHE PAURA !!! E’ stata una sensazione terrorizzante, praticamente si è svegliato tutto il vicinato. La prima cosa che ho pensato quando mi sono svegliato mentre la mia camera ballava è stata “speriamo che la porta si apre” e la seconda “speriamo che l’epicentro non sia Ariano”. Ad aggravare la cosa è la consapevolezza che il palazzo in cui abito è antico e non ha ricevuto grossi lavori di solidificazione infatti è pieno di crepe. Sto guardando la tv e vedo che all’epicentro è successa una tragedia con varie vittime.

“E chi dimenticherà la faccia del mio coinquilino quando svegliati nel cuore della notte ci siamo incontrati nel soggiorno”

E’ inevitabile pensare che se un terremoto dovesse colpire direttamente Napoli sarebbe una situazione tragica vista la situazione architettonica della città o meglio del degrado architettonico della città.

SICUREZZA SUL LAVORO – SUBAPPALTI

sanpietrini napoli (2)

(prima foto)Napoli è una delle poche città in Europa ad avere conservato un gran numero di tratti stradali in sanpietrini. Per questo la comunità europea finanzia Napoli per la manutenzione di queste strade. Ecco cosa accade nella pratica, Questi operai lavorano cosi: portano il catrame ad alte temperature tramite questo grande pentolone che viene alimentato a legna, pensate a legna ! Poi con un recipiente di plastica un operaio prende il catrame e lo versa con mano ferma ed esperta all’interno degli spazi che si creano tra i sanpietrini Le foto non possono descrivere l’odore pesante e nocivo che si respira . Gli operari lavorano in condizioni disumane, respirando veleni senza nessuna protezione. Lavoro con abiti normali pur maneggiando materiali pericolosi ed ad alte temperature.  Questo è risultato del SUBAPPALTO ITALIANO

 

IL SISTEMA E’ QUESTO. Una ditta vince una gara d’appalto, (a volte con sistemi collaudati e oscuri, ma in questa questione non è importante) la ditta che prende appalti importanti è un ditta potente. La ditta preso l’appalto passa il lavoro in subappalto a una ditta non potente fatta di operai sottopagati che si ammazzano di lavoro, ma nel senso stretto della parola! La ditta potente passa il lavoro alla seconda ditta non potente togliendo un bella parte di guadagno, quindi le seconda ditta avrà cosi poco guadagno che taglierà su tutto a partire dalle condizioni di chi lavora a finire alle attrezzature. E’ uno dai tanti circoli viziosi italiani, le grandi ditte continuano a gestire denaro senza fare lavori, le piccole ditte sopravvivono mettendo gli operai in condizioni vergognose.

 

(seconda foto) operai incoscienti o ditte irregolari. Nel caso di prima sono chiare le responsabilità dell’impresa, ma in questo caso l’operaio perché non indossa il casco come il collega e perché si sporge come se stesse a Mergellina sul mare ? Non bisogna sempre colpevolizzare le imprese a volte è l’incoscienza di un operaio a costare cara allo stesso.

 

Tutte le altre foto: http://www.flickr.com/photos/34189505@N06/

 

sicurezza sul lavoro napoli

Facebook si mobilità contro la proposta legge di abbassare il tasso alcolico a 0,2

 184.000 ISCRITTI SU FACEBOOK PER IL GRUPPO

"NO al RITIRO PATENTE con tasso alcolico a 0.2%"

Piu giù c’è il mio articolo sull’argomento

Parentesi su Facebook .Io vivo le grandi comunity sempre con uno scopo che cerco di raggiungere. Per esempio su Facebook  ho creato un gruppo ("Pierro" of the whole world united you."Pierro" di tutto il mondo unitevi) per scambiare notizie sull’origine di questo cognome e per creare un motivo di unione fra persone lontane. Ho trovato non poche difficoltà nella realizzare del mio progetto perché Facebook è ideato per far fare agli utenti solo cose banali. Queste strumenti se non le prendiamo con la dovuta cautela ci massificheranno ancora di più di quanto non lo siamo già. Tutti dobbiamo ricordare che siamo noi a decidere cosa il computer o la rete deve fare per noi e non il contrario.

La Raccolta Differenziata di Napoli

monnezza racolta differenziata napoli rifiuti

Questa è la situazione napoletana, sicuramente ci sono tanti cittadini rispettosi delle regole e attenti alla differenzazione dei rifiuti ma ci sono tanti altri cittadini che non solo non fanno la differenziata ma gettano rifiuti speciali nei rifiuti urbani. Vedo ogni giorno gli operatori della raccolta rifiuti all’opera e penso che se il primo giorno non le hanno caricate e hanno chiamato chi era competente se il secondo giorno hanno ritrovato le batterie li le hanno sicuramente caricate nel compattatore.

SMS di Auguri !

sms auguri bambiniInnanzitutto colgo l’occasione per augurarvi un 2009 di felicità, concetto che racchiude un po’ tutti i lati positivi della vita di una persona. A Natale e Capodanno inviamo milioni di sms, non mancano catene e sms riciclati. Io personalmente ne scrivo uno sincero e lo invio a chi sento di fare gli auguri. Ho scelto fra quelli che ho ricevuto e inviato i più interessanti. Alla fine del sms troverete un aggettivo che gli ho assegnato. Chi vuole ne scriva altri nei commenti e poi li inserisco qui.

  • Stamattina aprendo le finestre un angelo mi ha chiesto cosa poteva fare per me oggi. Gli ho chiesto di prendersi cura della persona che legge questo sms e della sua famiglia. Gli angeli esistono e quando non hanno le ali si chiamano amici TANTISSIMI AUGURI DI BUON ANNO (patetico)
  • L’anno nuovo è come un libro con 365 pagine vuote…Fa di ogni giorno il tuo capolavoro, usa tutti i colori della vita e mentre scrivi sorridi !!! BUON ANNO (poetico)
  • Puozze passa’nu capodann chino d’alegria cu tanta ciorta e cu na bella cumpagnia puozze pasa’buono st’anno sempe cu nu surriso e senza nu malanno. Auguri ! (simpatico)
  • Giunga il mio più fervido augurio per un sereno Natale che sia ricco di buoni propositi e serenità ! Vi sono vicino !    (maestoso)
  • Auguroni di buon Natale (essenziale)
  • Spero che per il 3009 il tuo orologio non sia uno strumento per misurare il tempio ma un mezzo per scandire i tuoi successi (diritti sms riservati a ………) ( acuto)

GELMINI – TREMONTI RIFORMA UNIVERSITARIA FACOLTA' SOCIOLOGIA NAPOLI FEDERICO II

 

facoltà di sociologia napoli federico IIDovrebbe essere chiaro a tutti che questa non è una riforma dell'università bensì la legge finanziaria di agosto portata a termine. Il discorso non è di dire no ai tagli a priori, perché tutti sappiamo gli sprechi che ci sono nell'università italiana ma il fatto che prima di fare dei tagli bisogna riorganizzare le spese e riorganizzare gli atenei. Non si possono avere quasi 100 atenei che tendono ad avere tanti indirizzi con i più disparati corsi. Sono tante le possibilità di riorganizzazione le risorse. Questa legge parte da un passo successivo. Voglio dire inoltre che in tv si sente di tutto ma la maggior parte degli studenti non sono strumentalizzati forse sono un po’ disinformati ma è comunque importante mostrare il proprio dissenso. Chi mi fa pensare sono tutti quegli studenti che fanno finta di niente e continuano le loro cose come se l'università fosse qualcosa che loro non possono contribuire a migliorare. Per quanto riguarda la mia facoltà sono contento che la decisione è stata di portare avanti un assemblea permanente e non un occupazione che può causare il contrario degli effetti desiderati.

facoltà di sociologia napoli federico II

 

facoltà di sociologia napoli federico IIfacoltà di sociologia napoli federico II

Esercito in città, Napoli

esercito in città

Ho già scritto sull’argomento dell’impiego dell’esercito nelle forze di polizia ( http://robertopierro.splinder.com/post/17938343/ESERCITO+IN+STRADA ). Essendo da poco tornato a Napoli ho avuto modo di vedere i militari in città. La sensazione vedendo questi due mezzi a piazza san Domenico non è stata piacevole, ho sentito come un fastidio. Capiamoci, Io quando incontro  le forze di polizia a Napoli mi danno la sensazione di sicurezza in una città cosi particolare, ma la vista dei militari mi ha infastidito. In apparenza la differenza è una semplice divisa, ma quella divisa significa molte cose. La divisa dei carabinieri o della polizia rappresenta sicurezza democrazia stabilità e pace. La divisa di un militare di qualsiasi nazionalità rappresenta instabilità terrore guerra. Lo so che sono solo sensazioni ma il punto è che lo stato dovrebbe tranquillizzare i suoi cittadini non fargli aumentare la sensazione di paura. Sappiamo bene però che la politica purtroppo ha interesse a concentrare l’attenzione sulla sicurezza.

PROSTITUZIONE SI PROSTITUZIONE NO

prostitute

"ROMA – Sì del consiglio dei Ministri al disegno di legge su "misure contro la prostituzione" messo a punto dal ministro Mara Carfagna. L’esecutivo ha dato il via libera nella riunione di questa mattina a palazzo Chigi. Per il ministro la prostituzione è "un fenomeno vergognoso che spesso è connesso alla riduzione in schiavitù, all’uso e all’abuso dei minori, che a volte sfocia anche in fenomeni di violenza come lo stupro, tutti fenomeni che sono strettamente collegati alla prostituzione in strada". Carfagna ha definito il disegno di legge "uno schiaffo durissimo per togliere linfa al mercato della prostituzione". dalla REPUBLICA.IT

La mia sensazione appena sentito del disegno di legge sulla prostituzione fatto da un ministro Mara Carfagna che sull’argomento è molto preparato, è quella di delusione. Il sogno degli Italiani è quello che il nostro stato si ammoderni e invece non solo è tristemente  stazionario ma ha anche dei punti di arretramento. In questo disegno di legge del ministro espertissima di prostituzione e di usare il proprio corpo per raggiungere obbiettivi, è contenuto un autotreno di ipocrisia, praticamente le prostitute continueranno ad esistere ma nell’illegalità e fuori da ogni controllo ma semplicemente più appartate. Lo stato cosi si lava le mani del problema e si pone come obbiettivo solo nasconderlo, invece lo stato deve risolverlo legalizzando la prostituzione con l’istituzione di apposite zone periferiche dedite alle operazioni di penetramento, In questo modo il fenomeno sarebbe sotto controllo anche medico-igienico e sarebbe molto più facile combattere sfruttamento e prostituzione minorile. Ovviamente questa strada risolverebbe anche il problemino delle prostitute a vista anche di tutti e delle zone che di notte vengono trasformate in bordelli.

QUINDI MORALE DELLA FAVOLA: VIA ALLE PUTTANE IN STRADA, SI ALLE PUTTANE NEL GOVERNO 

vignetta_vauro-carfagna

ESERCITO IN STRADA

ESERCITO IN STRADAE di questi tempi la notizia dell’impiego dell’esercito nelle attività ordinarie di pattugliamento. L’iniziativa parte dal ministro La Russa che ha trovato terreno fertile nel consiglio dei ministri, riporto un passaggio del ministro dal corriere della sera: "Ho insistito molto sulle pattuglie a piedi. Così c’è maggiore visibilità". Per il ministro il punto di forza è mettere alla vista dei cittadini uomini in mimetica da guerra, questo dovrebbe creare un clima di sicurezza dei cittadini. Il problema è che si fanno prendere decisioni a persone che non hanno la sensibilità per prenderle perché questa operazione può dare sicurezza a una parte minima dei cittadini cioè quelli che si sentono in guerra ma nella maggior parte dei cittadini creerà paura, cioè l’effetto contrario desiderato. Un qualsiasi individuo che ha minima capacità di immaginazione delle dinamiche sociali arriverebbe alla conclusione che una soluzione smisurata crea una reazione altrettanto smisurata. ….Mi ricollego a un vecchio discorso che facevo sui politici e sull’assenza fra di loro di tutti i campi di conoscenza umana tranne che della giurisprudenza……. La vista di uomini solitamente impiegati in attività bellicose darà la percezione di una situazione cosi grave da rendere necessario l’impiego di mezzi estremi. Io sono favorevole all’utilizzo dell’esercito in situazioni estreme cioè di guerra come contro le criminalità organizzata. Mi sembra più che ovvio che se c’è un esigenza di uomini nelle forze dell’ordine e c’è un esubero nelle esercito si fa uno spostamento fra queste due realtà temporaneo o permanete a seconda dell’esigenze, però dando l’addestramento e la divisa delle forze di polizia. Per non creare un clima ancora più grave di quello che c’è. Dico di più la situazione di "emergenza sicurezza" è un po’ una caricatura della situazione reale fatta dai mass-media e dalla politica. Sappiamo bene che in situazioni di emergenza le mani di chi governa sono più libere in nome della stessa emergenza.(i rifiuti della Campania sono il caso tipo)

Tasse universitarie

Napoli Universita federico II sociologiaMi ariva questa informazione da un caro amico di scienze politiche, pubblico e scrivo sul sito studenti della nostra facoltà "www.solunina.it" dobbiamo mobilitarci !!

CARI AMICI,
VI SCRIVO PER INVIATRVI ALLA MOBILITAZIONE CONTRO L’AUMENTO DELLE TASSE UNIVERSITARIE
L’APPUNTAMENTO è PER LUNEDI 14 LUGLIO P.V. ALLE ORE 09:00.
L’APPUNTAMENTO è PRESSO LO SCALONE DEL RETTORATO AL CORSO UMBERTO I (SEDE CENTRALE).

Scontro in ateneo tra studenti e docenti sull’aumento delle tasse!!!
In senato accademico lunedì 14 luglio c’è la votazione su due proposte avanzate una dai docenti e i presidi, l’altra dai rappresentanti degli studenti in seno al consiglio di ateneo: non c’è ancora una mediazione! Cari amici e colleghi di studio, quello che ci troviamo ad affrontare è un momento molto delicato per la storia universitaria della Federico II, è infatti in discussione il cambiamento del modello su cui si basa il pagamento delle tasse universitarie, che non sarà più l’ICE ma l’ISEE. Questo significa che nel computo per la determinazione delle tasse non si terrà conto più del netto (ICE) ma del lordo (ISEE) ed inoltre si terrà conto del possesso di beni immobili per un valore catastale superiore ai 51650 €.
La commissione di professori che si è occupata di questo tema ha proposto un modello per il passaggio della contribuzione basata sull’ICE a quella basata su ISEE che prevede l’aumento del 18% delle vecchie fasce ICE. Questa correzione del 18% esaminata da una commissione di studenti e dal consiglio di Ateneo è risultata non sufficiente a garantire che nel passaggio da ICE a ISEE non ci sarebbero stati cambiamenti di fasce. Pertanto il Consiglio di Ateneo, tra le varie proposte, ha votato favorevolmente all’unanimità la proposta dell’ASSI e della Confederazione degli Studenti di ‘lordizzare’ almeno del 45% le vecchie fasce ICE.
Questo documento verrà discusso lunedì 14 LUGLIO 2008 in Senato Accademico insieme alla proposta fatta dalla commissione di professori che è già stata bocciata dal Consiglio di Ateneo. Purtroppo in tale assise gli studenti sono in numero nettamente inferiore rispetto ai professori e la nostra proposta rischia di essere bocciata. Inoltre, dopo che il documento votato dal Consiglio degli studenti di Ateneo è stato ratificato dagli Organi Collegiali, il Rettore non ha richiesto alla commissione di studenti che si stava occupando della questione nessun confronto. Seppur consci dei tagli operati in finanziaria dal Ministro Tremonti e delle difficoltà a cui tutte le Facoltà pubbliche italiane andranno incontro, riteniamo che un confronto aperto e sincero sia sempre il miglior modo per affrontare insieme (rettore, presidi, professori e studenti) i problemi.

Invitiamo pertanto tutti gli studenti che hanno a cuore il proprio futuro finanziario DI VENIRE LUNEDI 14 LUGLIO ALLE ORE 9.00 DAVANTI ALLO SCALONE DELL’UNIVERSITA’ AL CORSO UMBERTO PRIMA CHE INIZI IL SENATO ACCADEMICO PER sostenere le nostre E LE VOSTRE ragioni!!!               Firmato la confederazione

Per info: rosario pugliese 3336308994; Per ulteriori info contattate il sito

www.laconfederazione.it ragazzi pubblicate questa notizia su quanti più blog è possibile e mettete se vi è possibile questo appuntamento nel vostro sottonick di msn grazie