Bipartitismo-De Mita

OGGI SONO FIERO DI ESSERE CAMPANO :

DE MITA A CASA

Ciao De Mita, ciao !!!!

L’onorevole Ciriaco De Mita ha dichiarato che deve riflettere sul futuro, dico io "ANCORA" !

————

Al di fuori degli esclusi eccellenti il dato importante è che gli "Italiani hanno deciso per il BIPARTITISMO"

si è aperta un processo di evoluzione della politica che speriamo si completerà. Qualcuno si chiede se il nuovo parlamento  sarà rappresentativo del paese, rispondo assolutamente si, capisco che essere eliminati anche se è per il bene del paese fa molto male, mi dispiace ma dobbiamo andare avanti.

7 pensieri su “Bipartitismo-De Mita”

  1. Deluso!

    L’Italia è una repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene il popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della costituzione. ART. 1. Questo concetto non è stato rispettato da parte degli operatori dello stato che si consideravano i suoi proprietari,perché erano convinti dell’impossibilità del popolo di pretendere la sovranità causa di problemi legati alla formazione culturale o un sistema politico gestito da persone che operavano contro l’affermazione di questo concetto! Se non siamo in grado d’interpretare in modo corretto “il nostro sistema democratico, non saremo mai in grado di garantire un sistema civile equo”. Per questo motivo credo che l’impegno servile e meschino espresso d’alcuni in questa vicenda era fondamentale per favorire il (“sistema”)dei miei persecutori e il peggioramento del mio caso! La legge non è uguale per tutti in Italia, soprattutto se si tratta di stranieri!

    Tutti possano agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. La difesa è un diritto inviolabile in ogni stato è grado del procedimento. Sono assicurati ai non abbietti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione. La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giuridici ART. 24. Questo concetto è stato cambiato con il piano in cui dovevo essere fregato in un processo truccato come sostenevano i miei violentatori pubblicamente, per questo motivo il cattivo sergente ha fornito 65 grammi di droga per incastrarmi come facevano gli agenti corrotti e razzisti negli angoli contro gli stranieri!

    I funzionari e i dipendenti dello stato e degli anti pubblici sono direttamente responsabili secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si stende allo stato e degli enti pubblici Art.28.Quest’opinione è stata trascurata delle “strutture” chiamate in causa,per questo i violentatori della mia persona avevano via libera per gestire questo delitto in questa versione come se tutto quello che si faceva d’ingiusto nei riguardi dei miei diritti umani e civili fosse un impegno legale! Se questa strutture avessero fatto la cosa giusta questo scandalo non sarebbe successo!

  2. Una chiara esposizione sui principi di democrazia che sono alla base della nostra Costituzione e che fondano il nostro Stato. Deluso? E’ vero in un senso lato. Convinto? Non tanto! “Utente anonimo” e caro Roberto l’Italia va così, un partito va e due vengono. La Costituzione è imprescindibile per ogni mossa politica ma questa si ammala dinanzi al trascorrere degli anni e delle legislature: l’assemblea costituente sei decenni fa avrebbe mai pensato che un pregiudicato governasse il Paese? ….

  3. Ho sempre ammesso le nostre colpe, ma sai bene come lo so io che non c’è una persona e un gruppo migliore per portare il paese fuori dallo stallo in cui ci troviamo anche grazie alle ideologie che oggi qualcuno rimpiange..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *