Abbassamento limite tasso alcolico a 0,2. Stato d'ebbrezza sospensioni patenti di guida

Immagine 

 

E’ in questi giorni al vaglio della camera dei deputati un cambiamento sostanziale nelle norme del codice della strada riguardante la guida in stato di ebbrezza. La norma vigente prevede la classificazione dello stato d’ebbrezza al tasso alcolico nel sangue di 0,51. Prima della norma vigente il limite era 0,8. Oggi la proposta che come detto è al vaglio della camera è di

diminuire il limite di tasso alcolico nel sangue per guidare

 in stato di sobrietà a 0,2.

 E’ semplicemente assurdo ed irrazionale abbassare un limite che è già basso. Una domanda viene spontanea ì, ma lo stato di Ebbrezza è uno stato biologico o uno stato legale ??? Dovrebbe essere biologico eppure la legge già tre volte ha cambiato i parametri della sobrietà e della ebbrezza.

 Il motivo della proposta di legge è facile da capire, è la risposta più facile alle stragi del sabato sera ma la politica non può pensare di risolvere un problema circoscritto penalizzando l’intera popolazione. Solo una classe politica demagogica può fare ciò. Nessuno venga a dirmi “ci stiamo adeguando all’Europa”, i Paesi Europei hanno iniziato almeno venti anni fa all’educazione stradale senza improvvisare niente ma applicando la logica del lento processo di metabolizzazione di un modo sano di guidare. Forse qualcuno non ha presente che qui non si parla di furti o rapine, queste pene per la stragrande maggioranza saranno inflitte a cittadini normali e non a delinquenti.

E’ chiaro che ormai ipocritamente si creato il filone della caccia alle streghe o meglio agli automobilisti che consumano moderatamente alcol……..moderatamente perché nessuno mette in discussione che chi abusa non deve guidare per la sua sicurezza e per quella degli altri utenti della strada.

 

 Tutto quello che ho fatto e scritto sul Tema:

Intervista a canale 58 e foto AFF :  http://robertopierro.splinder.com/post/18135072/INTERVISTA+SUL+FENOMENO+DELLE+

Documento inviato al Sindaco, al Capitano dei Carabinieri , al commissario della Polizia e al comandante dei Vigili Urbani (progetto Forum): http://robertopierro.splinder.com/post/18040581/Documento+Progetto+Sospensioni

                     Chiusura del progetto Forum ( volantino e documento) :                            http://robertopierro.splinder.com/post/18040581/Documento+Progetto+Sospensioni

Articolo scritto il 30 Luglio 2008: http://robertopierro.splinder.com/post/17954103/MATTANZA+DELLE+PATENTI

Ho scritto molto sul tema e mi sono impegnato molto per limitare la “mattanza delle patenti”, ovviamente con i mezzi che ho a disposizione, adesso mi sono proprio scocciato dell’ipocrisia e della demagogia che caratterizza la nostra classe politica ma a dire la verità non solo quella.

Veltroni ! Era cosi bella Roma

veltroni partito democraticoVeltroni è un politico che a pelle ho sempre stimato, è un politico per la media biologica italiana giovane ma vecchio per esperienza e carriera. La mia stima parte dal fatto che ha alcune  idee valide e innovative a differenza della maggior parte dei leader di sinistra. Non è impregnato di demagogia e di ideologia, politicamente è un misto tra comunismo democratico e democrazia cristiana. Uno dei grandi meriti di Veltroni è la spinta alla creazione del PD e alla scelta di correre quasi soli alle elezioni costringendo Berlusconi alla stessa mossa, mettendo le basi al bipartitismo quindi alla governabilità irraggiungibile da sempre per la frammentazione dello scenario politico italiano. Ha perso le elezioni ma era inevitabile dopo il governo del carnevale Proidiano. Sapeva che avrebbe perso eppure si è armato ed è partito. Oggi ha D’Alema alle calcagna che aspetta con pazienza che Walter si bruci da solo. Il più grande errore di Veltroni è stato in campagna elettorale, portare il suo programma e i suoi attacchi sul campo di battaglia di Berlusconi è stato un suicidio. Affrontare le tematiche tipicamente di centrodestra e usare il linguaggio e gli slogan della macchina elettorale di Silvio è stato il grande errore. Spero che Veltroni riesca a battere l’uomo d’ombra D’Alema perché si possono condividere o no le sue idee, ma è molto più stimabile di tutti i suoi avversari di partito.